UVAMAGAZINE
I MARKET PLACE E GLI ITALIANI. I VARI ASPETTI DI UN AMORE.

La crescita dell’e-commerce, dai suoi primi passi a questi ultimi anni è stata alimentata da diversi elementi che caratterizzano questo canale di vendita. La comodità, la vasta scelta, la convenienza (talvolta), la possibilità di ricevere a casa l’acquistato, il trovare articoli che diversamente non sarebbero accessibili. Aspetti enfatizzati dai lockdown che il Mondo ha subito negli ultimi 2 anni, dove non si poteva nemmeno uscire ed andare a cercare i prodotti necessari, meno che mai cercare il prezzo migliore.

Il Mercato online può essere diviso in due macrocategorie, Business-to-Business (B2B) dove le Aziende acquistano prodotti per le loro attività e Business-to-Consumer (B2C), dove l’acquirente è un privato consumatore finale del bene. Gli acquisti possono venire effettuati su siti di indole diversa, privati, Market Place o Social Media con caratteristiche spesso molto diverse nell’approccio al Cliente e nel servizio.

Le preferenze degli Italiani, secondo alcuni sondaggi diffusi in questi giorni a cura dell’Istat e del sito Mirakl, vanno per almeno la metà di essi verso Market Place quando si tratta di acquistare. I motivi di tale preferenza sono diversi e facilmente riassumibili in quanto rilevato dall’Istat nell’indagine a ciò dedicata.

Un primo punto irrinunciabile è la comodità e semplicità d’uso: la grande attenzione posta dai tecnici dei Market Place alla fruibilità e fluidità del percorso di acquisto portano a questo risultato. Per passare dalla ricerca alla scelta del prodotto ed all’acquisto bastano pochi click, compreso il momento del pagamento agevolato dalla connessione ad un carrello “personale” con i propri dati di consegna e pagamento, da non più riportare.

Un altro aspetto decisivo è l’ampiezza di assortimento e la possibilità di confrontare prezzi e condizioni di consegna: il paradigma della Rete ampia e conveniente viene da queste Aziende rappresentato in pieno. Migliaia se non milioni di prodotti presentati spesso in maniera omogenea e facilmente confrontabile con i prezzi praticati dai Venditori affiancati e comodamente confrontabili. Il sogno di ogni compratore compulsivo.

L’affidabilità delle transazioni è l’ulteriore caratteristica molto apprezzata dai consumatori. Da subito, i Market Places hanno cercato di vincere le barriere psicologiche che avrebbero sconsigliato ad un consumatore l’acquisto da remoto: l’affidabilità del Venditore (mi consegnerà quanto acquistato o sarà una fregatura?) e la sicurezza dei dati di pagamento immessi in Rete. Il primo dubbio è stato risolto con il sistema dei feedback (se l’acquirente si trova bene lo dichiara e gli altri possono godere delle segnalazioni riportate), geniale e ormai irrinunciabile per gli internauti compratori. Sono circa sette consumatori su dieci che in Italia controllano le recensioni del venditore prima di effettuare un acquisto. Il secondo ha visto l’intervento delle piattaforme bancarie di pagamento e l’inserimento di complessi sistemi di tracciatura dei dati che hanno reso più difficile l’hackeraggio e le truffe altrimenti diffuse.

Un altro servizio molto gradito da chi sceglie i Market Place è il customer care 24 ore al giorno tutta la settimana, con telefonisti preparati a risolvere i problemi più comuni o a prendersi carico di quelli più complessi, promettendone la soluzione in tempi brevi e comunque mai superiori al giorno.

Ultimamente i consumatori stanno concentrando le loro attenzioni anche sulla consegna, i suoi costi e tempi. Gli standard ormai consolidati prevedono la ricezione del prodotto acquistato entro 2 giorni dal pagamento e spese di consegna ridotte o azzerate, come per il servizio Prime di Amazon. E questo è un problema per gli Operatori del Mercato online, dove le spese di consegna sono un costo importante ed i tempi di preparazione dei pacchi richiedono personale in esubero. Saranno questi i driver da implementare per scalare posizioni nelle classifiche dei Venditori preferiti nel web.   

Questi dati sono talmente consolidati da far affermare da quasi tutti i compratori online italiani che si aspettano di utilizzare i Market Place allo stesso ritmo o ancora di più in futuro, mentre due terzi vorrebbero trovare ancora di più i prodotti dei loro rivenditori preferiti su queste piattaforme.

Questi sono i sondaggi italiani e possiamo pensare che siano simili a quelli del resto del Mondo. Visto ciò, probabilmente Bezos resterà in vetta alle classifiche degli uomini più influenti del pianeta per molto tempo a venire.

UvaNera Srls
388 4019195
welcome@uvanera.digital
p.iva 0123456789